SABATO 21 OTTOBRE - ORE 21:00

GALLIATE (NO) CASTELLO SFORZESCO

Evento realizzato in collaborazione con il Comune e la Parrocchia di Quarona

PIERRE DE MON COEUR | TEATRO &MUSICA

MEMORIE DI MARGHERITA D’AUSTRIA,                                                         REGGENTE DEI PAESI BASSI DAL 1507


TESTO DI FRANCESCA PASTORINO

REGIA DI GRAZIANO GIACOMETTI

 

NOELIA REVERTE RECHE

viola da gamba

 

DENISE MIRRA

viola da gamba

 

MARA COLOMBO

viola da gamba

 

VOCAL ENSEMBLE

PAOLA FERRACIN

FULVIA CAMPORA

ENRICO VEGLIO

ENRICO RIZZIO

Espone per GAUDETE! IN ARTE

CLAUDIO BONOMI

GAUDETE! in ARTE
IANUA COELI | IANUA INFERI

curatore: Diego Pasqualin



“Chi abita la terra di Fiandra ha una strana maledizione. Ognuno

costruisce da sè  il proprio labirinto e poi è condannato a percorrerlo.

Ogni angolo, ogni muro racconta infinite filastrocche; ogni strada al
suo interno 
canta all’infinito canzoni di melanconia ed i muri diventano, col passare degli anni, sempre più alti fino a che, lentamente,
l’uscita scompare. Le vite 
di Margherita d’Austria, melanconica Reggente di un paese di nebbie e acque, e di Pierre de La Rue, suo musicista favorito alla corte d’Asburgo, sono state un vagare all’interno
di 
due personali labirinti destinati ad incontrarsi, ma a non fondersi mai completamente l’uno nell’altro, alla ricerca impossibile
della felicità  o di 
qualcosa che le somigli: la pace. 
Un viaggio ambientato nell’opulenta corte fiamminga

tra sfarzo, musica e parole di coloro che hanno abitato

l’Autunno del Medioevo.




Donna di Stato e di cultura, Margherita d’Austria, governatrice dei Paesi Bassi dal 1507, si fece costruire un palazzo a Malines nel quale si circondò dei più valenti intellettuali, letterati ed artisti. Nata a Bruxelles nel 1480, Margherita, figlia dell’Imperatore Massimiliano I e di Maria di Borgogna, divenne Reggente dei Paesi Bassi per conto dell’Arciduca Charles, il futuro Carlo V, di cui fu zia. La sua esistenza vide un periodo politicamente turbolento tra due secoli in cui la storia dei Paesi Bassi fu strettamente intrecciata a quella della Spagna, una storia di tensioni ed aspre guerre, di legami diplomatici e politici, di scambi economici e culturali, di reciproche influenze artistiche. Di educazione francese, Margherita fu molto sensibile alla poesia e alla musica. Cultrice di arti e di lettere, costruì una importante e unica raccolta di brani polifonici dei più grandi compositori franco-fiamminghi che riuscirono a tradurre magistralmente le sue più intime emozioni. Nella sua già allora prestigiosa biblioteca erano conservati due importanti Canzonieri musicali manoscritti: l’Album et le Chansonnier di Marguerite d’Autriche. L’Album, perfettamente conservato, contiene cinquantotto chansons per lo più nella forma di rondeau e in lingua francese con testi a carattere prevalentemente melanconico nei quali molti studiosi vedono riflessa la vita difficile di Margherita, segnata dal dolore per il lutto dei due consorti. Fra i compositori dell’Album prevalgono i nomi di Josquin Desprez e di Pierre De La Rue, autori di spicco della scuola fiamminga. De La Rue è al servizio degli Asburgo nella Cappella di corte dal 1492 fino alla morte avvenuta nel 1518 e la sua carriera si svolge fra i regni di Massimiliano I e Carlo V. Contrariamente a quanto si è finora creduto riguardo al suo ruolo nella Cappella e ai suoi legami con la corte, pare non sia dimostrabile, attraverso gli atti amministrativi, una predilezione degli Asburgo nei suoi confronti. Infatti, sebbene i manoscritti prodotti nell’atelier di corte fossero in larghissima parte destinati ad accogliere sue composizioni, De La Rue non fu mai favorito per l’acquisto di prebende e benefici, anche se Margherita d’Austria affidava solo a lui i suoi versi poetici.

 

 

 

Graziano Giacometti

Artisticamente nasce come attore teatrale, sotto la guida di Luciano Di Bari. In seguito frequenta i corsi della Scuola di Teatro “Gian Renzo Morteo” di Vercelli e stages condotti da Ennio Dollfuss, Giovanni Moretti, Andrea Lanza, Lucilla Giagnoni ed altri, sviluppando interessi che vanno dalla regia alla formazione teatrale. Si è confrontato anche con la macchina da presa, quale interprete di un lungometraggio e alcuni medio cortometraggi, e di sperimentare esperienze nel campo del doppiaggio, della pubblicità, della televisione.

 

 

 

Francesca Pastorino

Dopo la laurea al D.A.M.S in Storia del Teatro, si forma come attrice con il Metodo Strasberg al “Free Mistake Project” di Roma sotto la direzione di Francesca Viscardi (actor coach e regista, membro dell’Actor’s Studio – New York City e assistente di Susan Batson). Ha frequentato stages di recitazione condotti da Veronique Lauzanne, Girolamo Angione, Compagnia “Teatro Immagine” di Venezia, Lucilla Giagnoni, Franco Passatore. Ha lavorato in ambito televisivo con la regia di Arcadio Cavalli e per la pubblicità web con la regia di Alessio Occhiodoro.

 

 

Associazione Triacamusicale

Con sede legale al Sacro Monte di Varallo (patrimonio dell’UNESCO), è un’associazione culturale che dal 1995 si occupa di eventi legati alla Musica Antica. L’associazione opera nel settore della musicologia per l’interpretazione delle fonti alla luce della più attuale ricerca delle prassi esecutive e della scienza organologica (liuteria, costruzione e restauro degli strumenti storici). Triacamusicale, sin dalla sua fondazione, si impegna con un proprio Ensemble vocale e strumentale nella divulgazione del patrimonio musicale antico attraverso l’attività concertistica nei Festival di settore in ambito nazionale ed internazionale. Collabora con Enti ed Associazioni per un richiamo di fruitori ad ampio raggio e diversa estrazione programmando eventi in sinestesia tra scultura, pittura, architettura, teatro, coreografia, scenografia, arti che accomunano tecnici, specialisti, appassionati ed amatori. Parallelamente all’attività  concertistica e a quella organizzativa, si impegna da anni sul territorio in ambito formativo, proponendo Corsi e Masterclass di alta specializzazione oltre a corsi base di canto e strumento affrontando subito l’approccio alle prassi esecutive, ai primi apprendimenti organologici ed alle regole di manutenzione dello strumento prescelto. L’Ensemble vocale e strumentale Triacamusicale, coordinato e diretto da Mara Colombo, svolge attività concertistica privilegiando repertori e autori di raro ascolto, facendo riferimento alle fonti storiche quali veicolo per la prassi esecutiva. Si esibisce all’interno di vere e proprie rappresentazioni teatrali e musicali le cui sinergie si incrociano con le più attuali forme di comunicazione multimediale, collaborando con attori e compagnie teatrali. Triacamusicale ha avuto riconoscimenti a livello Nazionale e Internazionale partecipando a Concorsi di alto prestigio (40°Concorso Internazionale di CantoCorale “G. Seghizzi” di Gorizia, 40° Montreux Choral Festival). Nel 2002, in Quintetto vocale, ha realizzato il CD natalizio “Gaudete!” in collaborazione con il Quintetto di Ottoni Brass Express dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai di Torino. 

 

 

ASSOCIAZIONE CULTURALE MANO D’OPERA

Nasce nel 2001 con l’obiettivo di diffondere il teatro come strumento di comunicazione, conoscenza di sè e degli altri, attraverso spettacoli teatrali tradizionali, teatro di narrazione, spettacoli multimediali, laboratori teatrali per ragazzi (dal 2001, collaborazione continuativa con Istituto “D’Adda” di Varallo e Istituto “G. Ferrari” di Borgosesia) e adulti. È composta da Francesca Pastorino e Graziano Giacometti.